A partire dal mese di Settembre 2017, la Comunità dei Padri Rogazionisti di Napoli, oltre all’opera antoniana rappresentata dall’Istituto per minori, ha esteso la propria presenza nei “quartieri spagnoli” della città partenopea, iniziando il progetto di una comunità inserita. L’iniziativa consiste nel vivere in una piccola abitazione immersa nel vissuto di una zona molto popolare della città e attraversata da molteplici difficoltà e disagi.

È il tentativo, per tutta la comunità dei Rogazionisti di Napoli, di ripercorrere la scelta del Fondatore, Sant’Annibale,  quando andò a vivere nel quartiere Avignone, luogo emarginato della città di Messina. Si è inoltre raccolto l’ invito di Papa Francesco, affinché le comunità religiose possano essere anche “Chiese in uscita” , cioè che si fanno accanto a coloro che sono rimasti indietro, Chiese, in pratica,  chiamate ad essere presento nelle “periferie” della società.

La ricchezza principale dell’ esperienza finora vissuta dai Padri Rogazionisti è la possibilità di conoscere e condividere, nella semplicità, la vita della gente dei quartieri più poveri, attraverso quello spazio di incontro che è il quotidiano, con l’ ascolto del territorio e della Parola di Dio, cercando di discernere quale missione e servizio svolgere per poter guarire alcune ferite che segnano questa parte della città.

In sincerità ed amicizia affidiamo la prosecuzione di questo percorso anche alle vostre preghiere.

Sostieni le nostre opere con un'offerta libera

Richiedi il nostro Brevetto di Sant'Antonio

Richiedi le Sante Messe per le tue intenzioni

Iscrivi i tuoi cari al nostro libro del suffragio

Accendi un cero per le tue intenzioni